Come scegliere un gatto

“Contenuto articolo”[“Nascondi”]

Come scegliere un gatto più adatto a noi e al nostro ambiente familiare? Le opzioni possono essere tante, ma prima si deve valutare se scegliere un gatto con pedigree o un gattino orfano o abbandonato.

Adottare un gatto orfano o abbandonato

Se siete portati ad offrire una vita migliore a un gatto orfano o abbandonato, anziché possedere un prezioso esemplare di gatto di razza, un’ottima idea potrebbe essere recarsi in un gattile. Queste strutture, che prima esistevano solo per i cani, sono oramai diffusi in tutte le principali città.

Sono gestite da premurosi volontari, che offrono rifugio ai gatti randagi o abbandonati, che qui trovano cibo, una calda cuccia, cure veterinarie e l’educazione al contatto con l’uomo e alla vita domestica.

Per avere la certezza che il gatto abbandonato finisca in buone mani, i volontari chiederanno alcune informazioni personali e, probabilmente, vorranno visitare la casa per accertarsi che sia idonea a ospitare un animale. In genere il gatto viene affidato al nuovo padrone già vaccinato e sterilizzato.

Qualunque sia il gatto che andrete a scegliere, sarete più che contenti, Il gatto è un animale che sa dare molto affetto. I gatti che cercano una casa sono moltissimi. Comunque ci sono alcune cose che dovete sapere, come ad esempio, i cuccioli di gatto sono più impegnativi degli adulti perché pieni di energia e di intraprendenza. I gatti non più giovani invece sono quelli meno desiderati. Considerate di offrire a uno di loro una seconda possibilità. I gatti a pelo lungo richiedono spazzolature quotidiane.

Gatti di razza con pedigree

Il pedigree del gatto è il documento che certifica l’albero genealogico, cioè l’elenco completo degli ascendenti paterni materni. Il pedigree, accerta che il gatto è di razza.

Un gatto con pedigree ha un’indole più facilmente prevedibile in base agli standard di razza. Se preferite orientarvi su un esemplare di questo tipo, esaminate prima di tutto le caratteristiche generali delle principali razze.

La selezione delle razze da parte dell’uomo ha permesso di ottenere esemplari dal carattere abbastanza definito e ciò vi consentirà di individuare la razza che meglio risponde alle vostre esigenze.

British shorthair

Se vi orientate per questa scelta, in un momento successivo, dovrete cercare un buon allevatore dal quale acquistare il gatto. Per essere certi della qualità dell’allevamento fatevi consigliare dai club dedicati alle varie razze.

Una volta selezionato l’allevamento giusto, accertatevi che venga fornito un servizio di assistenza anche dopo l’adozione: è un segnale di serietà. Effettuate sempre una visita preliminare all’allevamento per sincerarvi che i gattini crescano sani e ben accuditi.

Ancora meglio sarà se potrete seguire gradualmente lo sviluppo dei gattini di una cucciolata, così avete tempo per fare una scelta ponderata in base al carattere del gatto. Gli allevatori seri non allontanano i gattini dalla madre prima dei 75-90 giorni, in modo che abbiano imparato il più possibile da essa.